search

Latest posts


Chi viaggiando non si è mai fermato in un ristorante tipico, magari anche rinomato e segnalato più volte sulle guide turistiche, per provare i piatti locali? Il gusto è uno dei nostri sensi e anch’esso deve sperimentare nuove sensazioni. Per questo ci sono itour enogastronomici.

L’Italia, che è ricca di prelibatezze diverse per ogni regione, ne è piena. Si va così alla scoperta della Romagna, coi suoi vigneti e le cantine, dove degustare dell’ottimo vino leggero come il Sangiovese accompagnati dai salumi appena tagliati. Nelle Marche si celebrano invece la porchetta ed il pregiatissimo tartufo bianco di Acqualagna; in Campania si impara a confezionare buonissimi fichi secchi nel laboratorio dal nome suggestivo “Fico e Strafico”, mentre la Sicilia si fa portavoce di un sapore più esotico con il Cous Cous Fest.

Tradizionale e sempre più ambito, il percorso attraverso l’Oltrepò Pavese, il Monferrato e le Langhe, sedi delle aziende vinicole più importanti del mondo tra cui il Pinot Nero Brut, il Barbera d’Asti o il Salento Chardonnay. Tappa di questo tour sarà sicuramente il Museo del Barolo, ospitato nella suggestiva location del Castello Falletti. Il vino è per questa zona d’Italia una parte importante di storia e, per questo, entra a far parte anche della cultura dell’intero paese, grazie ad opere letterarie come quelle di Beppe Fenoglio. Viaggiare fa bene all’anima e farlo all’insegna del gusto ancora di più.


In quest’ultimo anno sono stati molti i turisti che hanno preferito alla montagna o al mare, destinazioni classiche per le vacanze, un bel tour in città. E’ così che una società che gestisce i trasporti aeroportuali , tale Hoppa, ha raccolto informazioni riguardo il costo del pernottamento in hotel, dei pasti e dei trasporti per raggiungere le varie destinazioni e, carta alla mano, ha stilato una classifica delle città più care al mondo.

1° Zurigo

Sul podio troviamo la Svizzera con la sua Zurigo, dove un hotel per una notte può arrivare a costare 195€ ed un caffé più di 5€. In questo caso meglio ripiegare su una birra per due chiacchere al bar.

2° New York

Seconda classifica la magnifica New York, per cui il volo è ovviamente la spesa più massiccia. Una cenetta romantica per 2 qui raggiunge il prezzo di 77 euro, bottiglia di vino esclusa.

3° Copenhagen

Prevedibile trovare una città scandinava sul gradino più basso del podio; in particolare abbiamo Copenhagen, dove godersi l’auora dalla finestra della camera in hotel ha un prezzo di 184€.

Anche l’Italia è presente in classifica con ben 2 città: Venezia addirittura al sesto posto e Roma al nono. Qui sono soprattutto i trasporti interni alla città a fare la differenza, non certo la cucina che è buona in tutti i sensi.


E’ possibile nutrirsi di viaggi? Negli ultimi anni sono tanti i coraggiosi che intraprendono il “viaggio della vita”: lasciare la casa e il lavoro, vendere tutti i beni materiali e attraversare diversi stati a bordo di camper, van,  autobus scolastici ristrutturati completamente fino a diventare delle accoglienti dimore.  E’ ciò che ha fatto Rich East nel maggio 2015, che ha lasciato la città di Hobart in Tasmania con il suo gatto Willow, e ad oggi ha raggiunto Il sud dell’Australia attraversando 6 stati; potete trovare le loro avventure sul sito di Rich vancatmeow.com , nel quale c’è anche lo shop online con diversi oggetti a tema felino.

Nel panorama italiano si distingue inviaggioconermanno.it, blog nel quale Roberto, Maddalena e il figlio Sebastiano di 2 anni raccontano i loro viaggi a bordo di Ermanno, un autocaravan della Fiat di seconda mano con cui hanno macinato kilometri  in tutto il mondo, e dal quale è nato anche un film documentario (Road To Canada).


Nell’epoca della velocità, degli orari sempre più stretti, dei mezzi di trasporto sempre più efficienti c’è ancora un mezzo che resiste e affascina milioni di turisti: il treno.  Grandi opere ferroviarie che si incontrano con la natura sono lo scenario perfetto di una vacanza ecosostenibile all’insegna dello slow tourism, dove la scoperta inizia dal primo kilometro e non importa la meta da raggiungere.
La più lunga linea ferroviaria del mondo è la celebre Transiberiana, che percorre 9000 km da Mosca a Pechino attraversando la Mongolia e il deserto dei Gobi; in Giappone invece la linea Shinkansen Bullet Train (letteralmente treno proiettile, poichè viaggia su un tronco unico) ha a disposizione una carrozza silenziosa nella quale si può godere del paesaggio senza nemmeno la voce che annuncia le fermate.

In questo video scopriamo i 10 viaggi in treno più affascinanti del mondo


L’attenzione all’attività fisica sta diventando un must per le nuove generazioni, poichè oltre a fornire benessere fisico è fondamentale per preservare la salute. Perchè dunque non unire questa esigenza con il piacere del viaggio? Nasce cosi il trend dei wellness trips, viaggi in cui lo sport è legato all’osservazone della natura e dei paesaggi. I turisti in bicicletta percorrono lunghi tratti godendo appieno dei panorami; così anche i runners, che invece di utilizzare tapis roulant o arene nei palazzetti sportivi attraversano le loro città si dirigono verso i parchi attrezzati per corridori e sportivi in generale.

Un trend davvero emergente di quest’anno sarà quello dei solo travel o travel alone, perciò i professionisti del settore stanno cambiando rotta verso la costruzione di pacchetti e tour indirizzati a persone che viaggiano da sole; diverse compagnie marittime stanno infatti costruendo navi da crociera con sole cabine singole.  Viaggiare da soli permette di fondersi completamente con le culture che si incrociano, di scegliere in totale autonomia i percorsi da effettuare,  e inoltre obbliga a sforzarsi di parlare una lingua straniera, poichè non si ha nessun amico o familiare con cui interagire nella lingua madre.

Grazie alle nuove tecnologie e agli stili di vita che cambiano, i turisti dei prossimi anni cercheranno sempre nuove esperienze e diventeranno viaggiatori diversi. Innanzitutto l’inverno diventerà una stagione importante tanto quanto l’estate, poichè i turisti sono meno spaventati dalle temperature, hanno più tempo libero grazie a lavori flessibili o lavori completamente online. Anche le mete prettamente estive cercheranno di destagionalizzare i loro flussi per ottenere ricavi anche nella stagione tradizionalmente
“bassa”, le città sul mare punteranno a valorizzare il loro patrimonio culturale per attrarre turisti anche d’inverno, come ad esempio la Regione Sicilia.


close
search

Hi, guest!

settings

menu